top of page

Gruppo di Autoconsumo Collettivo e Comunità Energetica Rinnovabile: due modelli per una transizione energetica sostenibile

Disegno Persone Autoconsumo Collettivo

Il Gruppo di Autoconsumo Collettivo (ACC) e la Comunità Energetica Rinnovabile (CER) sono due modelli di consumo energetico che condividono l'obiettivo di produrre, condividere e consumare localmente energia rinnovabile. Tuttavia presentano alcune differenze fondamentali.


Il Gruppo di Autoconsumo Collettivo è costituito da almeno due autoconsumatori di energia rinnovabile che si trovano nello stesso condominio o edificio, inteso in senso ampio: sono inclusi supercondomini, condomini diffusi e anche villette a schiera. La produzione, la condivisione e il consumo dell'energia avviene all'interno dello stesso POD.


La Comunità Energetica Rinnovabile, invece, è un soggetto giuridico costituito da persone fisiche, piccole e medie imprese, enti territoriali o autorità locali. La produzione, la condivisione e il consumo dell'energia può avvenire su un territorio più ampio, anche al di fuori di un singolo condominio o edificio, e possono utilizzare la stessa cabina MT/BT, (o la stessa cabina primaria, dopo l’attuazione del decreto RED II).

Schema Gruppo di Autoconsumo Collettivo

Inoltre, l’ACC ha come obiettivo principale il risparmio economico per i suoi membri,

mentre la CER ha un obiettivo più ampio, che include anche la promozione della sostenibilità ambientale e lo sviluppo locale.


In sintesi, le principali differenze sono le seguenti:

  • La natura giuridica: il Gruppo di Autoconsumo Collettivo è un accordo privato tra due o più autoconsumatori, mentre la Comunità Energetica Rinnovabile è un soggetto giuridico

  • L’ambito territoriale: la produzione, la condivisione e il consumo dell'energia avviene all'interno dello stesso ambito territoriale nel caso dei primi, mentre può avvenire su un territorio più ampio nelle seconde

  • Gli obiettivi: l’AUC ha come obiettivo principale il risparmio economico, mentre la CER ha un obiettivo più ampio, che include anche la sostenibilità ambientale e lo sviluppo locale.


In conclusione, il Gruppo di Autoconsumo Collettivo e la Comunità Energetica Rinnovabile emergono come due modelli distinti ma complementari, entrambi orientati verso la realizzazione di una transizione energetica sostenibile.


Questi modelli giuridici offrono due possibilità per la promozione di pratiche energetiche innovative e eco-sostenibili, contribuendo concretamente alla costruzione di un futuro energetico più responsabile e consapevole.

Comments


bottom of page